IKEBANA

La traduzione letterale della parola Ikebana e’ fiori viventi, ma l’arte dei fiori può essere anche indicata come Kado, cioè via dei fiori.
LA STORIA
L’ikebana e’ un arte molto antica, ha le sue origini in Oriente (India, Cina) ma solo nel contesto artistico religioso del Giappone ha trovato il terreno fertile per il suo sviluppo.Ikebana
Le sue origini si fanno risalire al IV secolo, in queste composizioni sia i rami che i fiori venivano orientati verso il cielo in segno di fede.
Nel XV secolo venne creato uno stile più sofisticato, RIKKA (fiori ritti). Questo stile cerca di rappresentare la grandiosità della natura e stabilisce che i fiori devono essere composti in modo tale da rappresentare Il monte SUMERU (montagna mitica della cosmologia buddista). Questa arte veniva praticata solamente dai nobili e dai monaci buddisti, ed era uno stile simbolico: es.. I rami del pino rappresentano le rocce e le pietre, i crisantemi bianchi un fiume od un ruscello.

Nel periodo MUROMACHI (1333-1568), l’ikebana ha subito i cambiamenti più profondi, lo Shogun Yoshimasa Ashikaga (1436-1490) era un’amante della semplicità, e le case che fece costruire contenevano il tokonoma (alcova) dove la gente poteva collocare oggetti d’arte o composizioni floreali. Fu in questo periodo che le regole dell’ikebana furono semplificate per permettere a tutte la classi sociali di dedicarsi a questa arte. In un primo tempo veniva dato molto risalto ai materiali e alle forme come esistono in natura, poi l’ikebana ha assunto concetti filosofici sempre più profondi.
Nelle composizioni rami e fiori sono quasi sempre disposti a triangolo.
Il ramo più lungo corrisponde al cielo, quello corto alla terra e quello intermedio all’uomo, per questo la loro composizione deve esprimere l’equilibrio armonico della natura. Dopo la restaurazione MEIJI, che introdusse un periodo di modernizzazione e di occidentalizzazione, si sviluppò un nuovo stile, chiamato MORIBANA (fiori ammassati). Lo stile moribana cerca di riprodurre in miniatura lo scenario di un paesaggio o di un giardino.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione